venerdì 5 agosto 2011

Indovina chi viene a cena?


Sto svolgendo i miei lavori ultimamente noiosi e nel frattempo penso a ieri sera, dopo cena, i bombi erano andati tutti a nanna, la serata era torrida come al solito e avevo messo il dvd “Indovina chi viene a cena?” da guardare per l’ennesima volta, lo adoro perché lo trovo uno dei più azzeccati che abbiano mai realizzato. Stiravo davanti al televisore, ero senza veli per godermi l’aria fresca che entrava dalla finestra aperta, lui sul divano a tirarsi una sigaretta dietro l’altra.

Finito di stirare le ultime cosa mi sono messa a fianco a lui per godermi l’ultima parte del film, il film era arrivato dove gli invitati di colore, futuri consuoceri, iniziano a parlare a tavola … la mano di lui accarezza le mie cosce fresche, poi avanza ancora su tutto il corpo per arrivare ai miei piccoli seni, me li massaggia, li stringe, gioca con i capezzoli, lo lascio fare.

La mano poi scende nuovamente facendo capolinea sul mio monte di Venere, io sono rilassata con i piedi a terra, allargo leggermente le gambe, ecco le sue dita che inevitabilmente i infilano nella fessura asciutta ancora per poco, infatti dopo pochi minuti le sue dita diventano scivolose, lui è seduto alla mia sinistra, io piego la gamba destra e poso il piede sui cuscini, la gamba cede divaricandosi completamente, la luce è fioca in quella stanza ma abbassando lo sguardo vedo bene le mie labbra adesso bagnate, parte la mia mano in cerca di qualcosa da afferrare, da giocare, lo trova senza problemi e inizia a strofinare sopra, si fa sempre più rigido, metto la mano nei suoi boxer, la sua verga fa capolino, la masturbo lentamente mentre lui si sta dedicando a me, guardo il televisore e vedo che i padri degli sposi sono sul terrazzo a parlare, chiudo gli occhi e mi giro verso di lui, spingo le sue spalle per farlo accomodare sul divano, l’aria della sera accarezza la nostra pelle, mi metto sopra di lui posando sul suo viso la figa, lo prendo lentamente in bocca leccando prima come un cono di gelato, è mio.

Il 69 continua, sento la sua lingua dentro me, sento il suo dito penetrarmi dietro, mi rilasso maggiormente per far sì che possa spingerlo fino in fondo, lo sento avanzare e mi eccita da morire.
Vengo tenendo fermo in bocca, i miei movimenti convulsi fnno strusciare la figa sul suo viso, lui sa che mentre vengo desidero che non si fermi con la bocca, desidero che continui a succhiarmi fino allo stremo, fino a quando non ne posso più arrivando al limite dell’orgasmo.

I miei muscoli crollano facendomi letteralmente sedere sul suo viso fino quasi a soffocarlo, riprendo le forze e il lavoro sospeso, per tutto il tempo mi è rimasto in bocca ammorbidendosi, lo ravvivo masturbandolo con violenza e succhiando avidamente il prepuzio, viene mentre è fuori dalla mai bocca di pochi centimetri, i suoi getti colpiscono in pieno il mio viso, i miei occhiali si coprono di sperma oscurando la vista, sperma che sento scendere dalle mie guance.

È finita la corsa anche per lui, lo pulisco e lui mi tira verso di se, conosco già quel rituale.
Mi bacia con passione condividendo i suoi liquidi, percepisco anch’io sui di lui l’odore animale delle mie labbra, sento il loro sapore miscelarsi con il suo. Le nostre bocche si allontanano, sono lucide, lui mi guarda negli occhi e silenziosamente mi sorride accarezzandomi la guancia ancora bagnata.
Giro lo sguardo verso il televisore e vedo i tutoli di coda del film appena finito.
Qualcuno nel film era venuto a cena ma una coppia di innamorati era venuta con passione sul divano in una notte di mezza estate.

Dedicato a te Andreas.


4 commenti:

  1. quindi non sono l'unico a fare queste "porcellerie"sul divano...mi viene duro a pensare all'ultima volta,2 settimane or sono..

    RispondiElimina
  2. voglio anche io un post con dedica ;)

    RispondiElimina
  3. quando anche tu Surfer mi regalerai 3 figli e sopporterai la mia presenza nella tua vita, quando anche tu diventerai il mio uomo... allora potremo riparlarne. :-)))

    RispondiElimina
  4. L'ho capita dopo il titolo del post, simpatica.
    Ciao :-)

    RispondiElimina